Stato&Mercato

L'economia del "Fatto Quotidiano". Il blog di Stefano Feltri

Questa è la vita di Pierre Dragon


Noir. Una graphic novel che racconta la quotidianità di un agente segreto. Disegni del grande Frederik Peeters.

DRAGON

Quello di Pierre Dragon, agente segreto, è un nome troppo perfetto per essere vero. Infatti è un nome de plume, dietro cui è nascosto però un vero agente segreto, un professionista della sicurezza nazionale che oggi lavora nei Reinsegnement Généraux e che ha scelto il fumetto per raccontare quello che fa. Lui ci ha messo le idee, i disegni e la costruzione delle tavole sono affidati a uno dei più grandi talenti del fumetto francofono indipendente degli ultimi anni, lo svizzero Frederik Peeters, che a poco più di trent’anni si era fatto notare per Pillole blu, storia d’amore autobiografica con una ragazza sieropositiva. Pillole blu era un graphic novel intimista, uno dei meglio riusciti nel genere. La collaborazione con Pierre Dragon produce invece un noir metropolitano con un ritmo perfetto per una storia che vuole trasmettere la quotidianità del lavoro dell’agente segreto: lunghissime attese con improvvise e confuse accelerazioni. Lizard, il ramo fumettistico della Rizzoli, ha appena pubblicato il volume che raccoglie il primo ciclo di storie di RG (che sta per Reinsegnement Généraux): Fuori dal sistema.

«Quartiere delle Halles, nei locali di un laboratorio odontotecnico tedesco… Stiamo sorvegliando un negozio di vestiti da due giorni… Mi aspetto vada per le lunghe… Il cellulare del titolare e il fisso del locale sono intercettati…», Pierre Dragon è anche il protagonista di RG, pensa molto e parla poco. Peeters costruisce un fumetto molto scritto, dove i pensieri riempiono le tavole quanto le immagini, ma senza eccessi. Tutto è calibrato alla perfezione, e il segno di Peeters riesce a trattenere il meglio della semplicità del fumetto francese pur senza ricorrere alla freddezza formale della ligne claire più classica.

La Parigi dove Dragon collabora con la Cia per fermare un flusso di finanziamenti a gruppi islamisti (tutto parte da un giro di noleggio di limousine) è caldissima, come quella dell’estate del 2003 quando i vecchi morivano a decine. Non si vede la tour Eiffell, ma solo le strade sporche intorno al centro, nella zona ai margini del Marais o a Belleville, sempre di notte, quando non ci sono turisti e la città perde il suo fascino da cartolina.

Fuori dal sistema
Pierre Dragon, Frederik Peeters
Rizzoli, 110 pp., euro 15

Annunci

04/07/2009 - Posted by | Fumetti | , , , , , , , , , , , , , ,

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: